10 Dicembre 2018
[]

il paese invisibile

News

PATTI-TINDARI E LA “MEDIOCRITA’ DI BRONZO”

19-11-2018 15:22 - News Generiche
[]
Da qualche settimana il “Paese Visibile” (quello fatto dalla gente “che conta”) è impegnato a risvegliare l’entusiasmo dei pattesi sul possibile cambio di nome della nostra cittadina da “Patti” a “Patti-Tindari”, nel comprensibile intento di risollevare il nostro declinante destino economico e sociale, attraverso il richiamo turistico della più celebre frazione collinare, fondata dai Greci ed ancora prospera nel periodo Romano, molto prima che i Normanni registrassero per la prima volta in un atto scritto il nome di Patti. E si punta per la precisione a collegarsi alla memoria del periodo a...
[ continua ]

INIZIA IL PERCORSO VERSO L’OASI FELINA PATTESE

28-10-2018 19:29 - News Generiche
[]
E’ iniziato ufficialmente venerdì scorso il percorso che porterà (almeno così speriamo) alla costruzione dell’Oasi Felina Pattese: un’area recintata ed attrezzata, ma senza gabbie, in cui i gatti randagi più bisognosi di cura potranno trovare un ricovero sicuro. Venerdì è arrivata, infatti, anche se con qualche mese di ritardo, alla portavoce del Comitato dei Garanti per l’Oasi e dei 200 firmatari dell’Istanza, presentata per ottenere un’area pubblica adatta ad ospitarla, la risposta motivata con cui il Sindaco, pur negando l’area ritenuta ottimale dai cittadini, concede in comodato d’uso g...
[ continua ]

La foto della settimana n. 135: I RIFIUTI INVISIBILI

24-10-2018 09:51 - La foto della settimana
[]
Finalmente è arrivata anche a Patti la raccolta differenziata, già invocata da tempo da cittadini ed associazioni ambientaliste, ma purtroppo adottata ora frettolosamente dagli amministratori cittadini, solo per la minaccia di pesanti sanzioni regionali, nazionali ed europee. Di riflesso (come in un’infelice catena di Sant'Antonio), l’innovazione non è stata presentata ai pattesi con l’incentivo di ridurre sia rifiuti che tariffe, ma sbandierando controlli (finora sempre rifiutati), minacce e sanzioni (poco credibili se fatte da governanti che tollerano i grandi evasori, perseguendo di tant...
[ continua ]

La Terza Fase delle attività produttive a Patti: il Terziario Inquinante.

12-10-2018 15:00 - Le inchieste
[]
Dopo la fase delle grandi industrie (1960-80), che hanno assorbito la manodopera eccedente di un´agricoltura latifondista al tramonto, e dopo quella (1990-2005) che ha visto un artigianato semi-industriale, troppo ridotto per la nuova area ASI del Timeto e per i sacrifici ambientali che essa ha comportato, le attività produttive hanno imboccato sempre più a Patti, negli ultimi 15 anni, la strada del terziario inquinante, aperta dalla crescita esponenziale di una grande lavanderia industriale (al momento l´unica vera industria pattese) e proseguita con l´avvio di due ditte di raccolta e trat...
[ continua ]

2.La seconda fase del mancato sviluppo industriale a Patti: LE ZONE A.S.I. SUL FIUME TIMETO

03-10-2018 09:39 - Le inchieste
[]
Si erano chiuse da poco le due grandi fabbriche degli anni ´60 (Wagi e Tyndaris), quando si cominciò a parlare a Patti, a metà degli anni ´80, della creazione di una nuova Area di Sviluppo Industriale, questa volta ad est del paese, sulle rive del Timeto, nel punto di affluenza del torrente Ronzino. L´arretramento dalla costa era coerente con i progetti turistici e la zona era relativamente vicina al casello autostradale della Messina-Palermo, anche se ancora mancava una strada asfaltata di collegamento.
Il dibattito prendeva le mosse dalla legislazione regionale: i Consorzi per le ASI, inf...
[ continua ]

Attività produttive a Patti: DALLE FABBRICHE AL TERZIARIO INQUINANTE?

23-09-2018 15:29 - Le inchieste
[]
Il titolare di una fiorente ditta pattese di raccolta rifiuti, ci ha detto, durante un´intervista che gli abbiamo fatto qualche anno fa, che il terreno costeggiante il fiume Timeto, su cui oggi sorge la sua impresa, era prima un agrumeto, che ospitava soprattutto limoni: "Io amavo quegli alberi - ha aggiunto - ma quanto pensa che avrei guadagnato coltivando limoni? E a quante persone pensa che avrei potuto dare lavoro?".
E´ questa una contraddizione classica del Meridione d´Italia: territorio ideale per alcune colture mediterranee, ma costretto dal commercio internazionale - a partire almeno...
[ continua ]


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata