19 Luglio 2024
news
percorso: Home > news > News Generiche

SE GLI INVISIBILI PESANO SULLE ISTITUZIONI…

08-07-2024 10:31 - News Generiche
Alcuni giornali di oggi titolano che la Francia da ieri sera ha inaspettatamente il volto di Kylian Mbappé (capitano della squadra di calcio transalpina, nera solo per il color della pelle di quasi tutti i suoi giocatori) redarguito qualche giorno fa dalla Le Pen per aver invitato al voto giovani e migranti di seconda e terza generazione. E senza dubbio è l'enorme aumento dei votanti che oggi in Francia, come all'epoca del primo governo Mitterand, ha spostato le istituzioni nettamente a sinistra, contro ogni pronostico elettorale.

Molto più in piccolo, ma in maniera non meno significativa, anche a Patti del resto, quando l'elettorato ha potuto esprimersi al di fuori del controllo e del consueto condizionamento dei notabili sul voto, hanno prevalso sindaci di estrema sinistra: nel 1946, quando il primo Consiglio Comunale eletto a suffragio universale vide una netta maggioranza dei partiti di sinistra, PCI e PSI, che elessero come Sindaco il giovane e combattivo Segretario della recente Camera del Lavoro, Giovanni Ceraolo, uno degli organizzatori delle lotte vittoriose per la divisione dei prodotti agricoli tra braccianti e grandi proprietari e a fine ‘900, quando il primo esperimento dell'elezione diretta del Sindaco rese primo cittadino Totò Olivo, giovane astro nascente del Partito Comunista pattese. Come un fuoco covato a lungo sotto la cenere, che un soffio di vento riscopre vigoroso e tenace, le speranze degli Invisibili condizionarono le scelte istituzionali, anche se per breve e contraddittorio periodo.

Eppure in questa estate italiana 2024, in cui la borghesia riscopre, dopo il covid, la voglia di divertirsi e di spendere e in cui le istituzioni europee sembrano cercare nelle destre un solido controllo sociale sugli Invisibili (migranti, lavoratori precari ed irregolari, disoccupati e lavoratori poveri privati del reddito di cittadinanza) gli Invisibili sembravano più invisibili che mai, impegnati a godersi le vacanze nelle cucine dei ristoranti, come camerieri precari negli alberghi, senza diritti e con pochi soldi, e come vittime crescenti delle morti per un lavoro sempre più rischioso. Il vento prevalente sembrava altro, con la Meloni convinta di avere in pugno le scelte europee e gli italici destini, nonostante la squalificata classe politica del suo partito. Ma l'eccesso di sicurezza (e al contrario, l'eccesso di carico da sopportare) può portare a creare piccole crepe, preannunzio di crolli. L'essenziale è che sui crolli ci sia poi la possibilità di costruire una società diversa.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie