20 Novembre 2017
[]

news
percorso: Home > news > News Generiche

MERCATO D´AUTUNNO: la piazza alternativa

11-09-2017 16:16 - News Generiche
Tornerà in piazza a San Nicola, dal 20 settembre al 27 dicembre, ogni mercoledì, il nostro Mercato delle Erbe, che per la seconda volta vestirà i colori dell´autunno.
Ancora una volta, così, ci auguriamo che l´antica Piazza del Mercato riesca ad essere uno spazio alternativo, non solo perché rende protagonisti corali (e non semplici spettatori) le persone del nostro territorio e crea una serie di appuntamenti continuativi (e non eventi di uno-due giorni) nel Centro Storico, ma anche perché cerca di invertire l´attuale ciclo economico, che valorizza esclusivamente i grandi circuiti di vendita e le coltivazioni globalizzate.
Protagonismo degli abitanti vuol dire partecipazione attiva e soprattutto discussione aperta e pubblica anche sulle forme di organizzazione del Mercato, che sappiamo bene quanto abbia bisogno di perfezionarsi e di crescere. Avevamo sperato questa estate che la nostra Associazione, finora unica organizzatrice di questo mercato, potesse trovarne altre interessate alla vendita diretta dei produttori, ma per ragioni non ancora approfondite questa collaborazione è rimasta sul piano delle buone intenzioni.
Ciononostante abbiamo deciso di riportare in piazza i "nostri" contadini, perché le ragioni per farlo sono tante: oltre al recupero del gusto dei cibi tradizionali, infatti, c´è la salvaguardia della salute dall´impiego massiccio dei prodotti chimici, ma soprattutto un aiuto concreto ai piccoli coltivatori agricoli in crisi. Ed accanto a loro ci saranno, ancora una volta, i produttori di cibi tradizionali della zona, gli artigiani dell´hobbistica ed i collezionisti e resterà aperto anche lo spazio per l´usato autogestito. Insomma tutto quel circuito minore di venditori, che non punta ad offrire il prezzo più basso (su questo, infatti, è impossibile competere con la grande distribuzione, che paga sottocosto i contadini e tiene al minimo i salari dei suoi dipendenti, pur estendendo al massimo il loro tempo di lavoro), ma cerca di offrire un prodotto unico per freschezza, sapore ed originalità.
A chi frequenterà il nostro mercato chiediamo quindi uno sforzo per non appiattirsi sulla guerra dei prezzi dei supermercati, sulla comodità del passaggio dal carrello all´automobile, sulla quotidianità dell´essere semplice acquirente. Gli chiediamo ancora una volta di incamminarsi per il Centro Storico, di fermarsi a discutere sul cibo, sul suo significato e valore, sulla specificità del nostro territorio e delle sue ricette, sulla genuinità dei metodi di coltivazione tradizionali. Gli agricoltori saranno così incoraggiati a perseverare nella fatica di recuperare gli antichi sistemi produttivi, di conservare e scambiarsi le sementi e di continuare a coltivare un territorio sempre più a rischio di abbandono e di desertificazione.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]